HOME/Vino del mese/Archivio

 


NOVEMBRE 2003:

RUCHE’ AZ. VITIVINICOLA CRIVELLI

 

Una delle più piccole DOC del Piemonte - circa 40000 bottiglie - la DOC “Ruché di Castagnole Monferrato” prevede l’impiego di vitigno Ruché 90% minimo ed eventualmente Barbera e/o Brachetto.

 

Colore: Rubino non troppo intenso, con riflessi violacei, talvolta tendenti all’aranciato.

Profumo: Intenso, persistenete, leggermente aromatico, fruttato e speziato: chiodi di garofano, pepe nero, amarena, mora.

Sapore: Secco (o amabile), leggermente tannico con sentori di viola mammola. Persistente e leggermente ammandorlato nel finale.

Cenni Storici: Anche scritto Rouchet, vitigno autoctono di antiche origini. Lo storico Paolo Diacono vissuto nel VIII secolo spiega come il Ruché fu usato dai Longobardi per sconfiggere i Franchi facendoli ubriacare. E’ sempre stato considerato vino nobile da bere in occasioni importanti. Il nome deriverebbe da “Roncet”, una malattia della vite alla quale il Ruché è particolarmente resistente. La voce popolare attribuisce il nome alla predilezione del vitigno per i terreni arroccati o al fatto che fu introdotto da una comunità di monaci devoti a San Rocco

Chi siamo - Agenda - Vino del mese - Newsletter

Champagne - Contatti - Mappa del sito - Home page

POWERED BY STRA.COM